Via Peloritana 73, Garbagnate Milanese
+39 02 99020415
info@crgarbagnate.it

Tecarterapia: la tecnologia al servizio della fisioterapia

Sii protagonista della tua salute

Tecarterapia: la tecnologia al servizio della fisioterapia

Tecarterapia: la tecnologia al servizio della fisioterapia

La Tecarterapia, o più semplicemente Tecar, è un trattamento elettromedicale che permette un recupero più veloce in caso di lesioni, traumi o infiammazioni all’apparato muscolo-scheletricho. Viene utilizzata soprattutto in fisioterapia in quanto è di grande aiuto per ridurre il dolore e velocizzare la riabilitazione.

Come funziona la tecarterapia?

La tecarterapia è una termoterapia, una terapia cioè basata sul calore. Mentre altre terapie di questo tipo (come ad esempio gli ultrasuoni) scaldano la parte da trattare fornendole calore, la tecar induce la produzione del calore da parte del corpo stesso. In questo modo si ha una stimolazione anche della vasodilatazione. L’effetto finale di questa terapia è di un aumento e un miglioramento della funzionalità dei processi riparativi del corpo.

Ogni seduta di Tecar ha sulla parte trattata effetti antinfiammatori, antidolorifici e riparativi. Numerosi studi medici hanno dimostrato la sua efficacia nell’abbreviare sensibilmente i tempi di guarigione. La sua diffusione in fisioterapia è iniziata dopo i risultati positivi ottenuti in campo sportivo nel trattamento degli infortuni degli atleti.

È una terapia sicura e priva di effetti collaterali rilevanti, molto apprezzata anche per essere indolore e assolutamente non invasiva.

La tecarterapia è molto utile per il recupero da infortuni, il trattamento di patologie muscolari - osteoarticolari e la riabilitazione post-operatoria.
La tecarterapia è molto utile per il recupero da infortuni, il trattamento di patologie muscolari – osteoarticolari e la riabilitazione post-operatoria.

Quali sono le indicazioni terapeutiche?

I campi di applicazione della tecarterapia sono molteplici; i più comuni in ambito fisioterapico sono:

  • recupero da infortuni (distorsioni, lesioni tendinee, contusioni, …)
  • trattamento di patologie muscolari e osteoarticolari (contratture, stiramenti, strappi, lombalgie, sciatalgie, infiammazioni, artrosi…)
  • riabilitazione post-operatoria (menisco, cuffia dei rotatori, sovraspinato, …) 

In fisioterapia la tecar è utilizzata anche per affiancare ed integrare altre terapie. Inoltre è indicata anche a scopo preventivo.

Come avviene una seduta di tecarterapia?

Non vi sono regole fisse sul numero di sedute e sulla loro durata: il medico calibra il macchinario appositamente per ogni paziente in base alla patologia da curare, all’ampiezza della zona da trattare e alla massa di tessuto che la ricopre. La singola seduta può durare dai 10 ai 60 minuti. Un ciclo completo di terapia invece è solitamente di 5/10 sedute ma il numero può aumentare per determinate patologie.

All’inizio della prima seduta ci sarà un breve colloquio conoscitivo per accertarsi che non vi siano possibili controindicazioni al trattamento.

Gli indumenti sopra la parte da trattare vanno tolti e il paziente si può accomodare su un lettino reclinabile per facilitare lo svolgimento della terapia. Sull’area di corpo opposta alla zona da trattare viene applicata una piastra fissa con l’ausilio di una sostanza gelatinosa.

Il massaggio terapeutico sulla zona trattare avviene invece mediante una piastra mobile.

Al termine del massaggio le piastre possono essere rimosse e la zona a contatto con la sostanza gelatinosa può essere pulita con un po’ di carta. Terminata la seduta il paziente può rivestirsi e tornare a casa immediatamente.

Gli effetti benefici potranno essere notati dopo qualche seduta.


Contatta i nostri specialisti:

 

Open chat
1
Clicca sulla freccia verde qui sotto, un nostro operatore ti risponderà a breve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: